Dir. Sanitario: Dr. Vincenzo Del Prete

Trattamenti di Medicina Estetica

Filler Labbra, Rughe e Zigomi

Filler Labbra, Rughe e Zigomi

Il filler è un trattamento che prevede l’inserimento di una sostanza all’interno dei tessuti cutanei e sottocutanei col fine di ripristinare una perdita di volume o di aumentare il volume esistente.
L’acido ialuronico è uno zucchero che è normalmente prodotto dall’organismo umano ed è il maggior componente del derma e della cute, esso viene assemblato in catene polimeriche che gli conferiscono più stabilità e quindi una maggiore durata nel tempo.
Se il filler è composto esclusivamente da acido ialuronico è estremamente sicuro e non presenta complicanze.
In passato erano utilizzati filler riassorbili e non riassorbibili composti da silicone, polietilene, collagene, acido lattico, acido polilattico e molti altri componenti.
Essi provocavano spesso complicanze a tal punto che l’utilizzo di alcuni di essi è proibito in Italia.

Di recente sono stati messi sul mercato prodotti a base di IDROSSIPATITE associata a gel di carbossimetilcellulosa.

Il risultato è notevole ma l’utilizzo richiede molta manualità ed esperienza.

 

COS’È IL FILLER LABBRA?

I trattamenti di medicina estetica dedicati alle labbra sono tra i più richiesti e praticati. Con un semplice trattamento è possibile migliorare l’aspetto delle proprie labbra in una unica seduta senza rinunciare alla propria vita di relazione dal momento che subito dopo il trattamento è possibile ritornare alle proprie attività.

I filler a base di acido ialuronico consentono di intervenire sulle labbra per correggere asimmetrie e difetti, per ridefinirne i lineamenti e per aumentarne il volume.
Con il passare del tempo, le labbra tendono a rimpicciolirsi ed ad appiattirsi; cominciano, inoltre, ad apparire rughe periorali che sono la principale causa di inestetismo e che determinano un apparente invecchiamento del terzo inferiore del viso. Tutti questi difetti possono essere trattati a livello ambulatoriale con iniezioni di acido ialuronico: la tecnologia ha permesso lo svilupparsi di diversi tipi di filler, di densità diversa, specifici per ogni singolo inestetismo.

Filler ad alta densità permettono di aumentare il volume delle labbra, quelli di media densità consentono di ridefinirne i lineamenti e di distendere la cute in modo da fare sparire ampie quantità di righe, quelli a bassa densità migliorano l’aspetto e l’idratazione delle labbra e consentono di spianare singole rughe particolarmente evidenti.

Il trattamento è estremamente sicuro e privo di rischi, è rapido ed è ripetibile grazie all’utilizzo di filler riassorbibili.

 

COS’È IL FILLER RUGHE?

Pieghe, rughe e solchi sono un normale processo di invecchiamento del volto; determinate condizioni di pelle e abitudini di vita possono accelerarne o rallentarne la loro comparsa. Con il passare del tempo la cute e i tessuti sottostanti vanno incontro a un processo di disidratamento (perdita di volume liquido) che comporta direttamente l’aumento della profondità delle rughe cutanee.
I trattamenti cosmetici superficiali non riescono a reidratare gli strati profondi della cute e del derma, quindi risultano poco efficaci. In questo campo ifiller sono diventati il trattamento di riferimento per risolvere il problema delle rughe: sono in assoluto i trattamenti più efficaci, risolutivi e pratici.

filler utilizzati presso il nostro centro sono composti esclusivamente da acido ialuronico: una molecola normalmente prodotta dall’organismo umano. La sua iniezione nel tessuto sottocutaneo agisce direttamente sollevando la ruga e, grazie alla sua caratteristica osmotica, richiama acqua generando un ulteriore aumento di volume. Il risultato finale si ottiene a dieci giorni di distanza con uno spianamento totale delle rughe, morbidezza e naturalezza della zona trattata.

Presso  Medical Jeunesse  sono utilizzati filler di altissima qualità che, in base alla diversa densità, trovano indicazione del trattamento di rughe di qualsiasi profondità.

 

COS’È IL FILLER VOLUMIZZANTE?

Con il passare del tempo i tessuti del volto tendono a svuotarsi e a cadere. Ciò avviene perché i tessuti progressivamente vanno incontro a un processo di disidratazione profonda che causa una perdita di volume dei tessuti stessi e una contestuale perdita di elasticità.

La caduta, o ptosi, inoltre, determina un considerevole accentuarsi delle rughe facciali, in particolar modo le rughe nasolabiali e labiomentali. Tessuti svuotati e ptosici conferiscono un aspetto estremamente invecchiato al volto.

In questi casi si possono utilizzare filler di ultima generazione, meglio conosciuti come filler volumizzanti. Essi pur essendo composti esclusivamente da acido ialuronico, presentano tre fondamentali caratteristiche rispetto ai filler convenzionali: la densità estremamente elevata, il posizionamento in profondità nei tessuti e la durata che generalmente supera l’anno.

Con una sola applicazione è possibile restituire volume ed elasticità a un volto, e mantenere questo risultato per oltre un anno. Il trattamento, che come per tutti i filler è ambulatoriale, dura pochissimo tempo e conferisce fino da subito l’80% del risultato; il rimanente 20% viene raggiunto dopo circa 10 giorni, ossia quando l’acido ialuronico ha richiamato tutti i liquidi che si sono ridotti nel corso degli anni.

 

INDICAZIONI TRATTAMENTO FILLER LABBRA – RUGHE – ZIGOMI

Le indicazioni terapeutiche per un trattamento filler sono quelle atte a correggere inestetismi della pelle tipici dell’invecchiamento cutaneo, come rughe e piccole depressioni, ma anche alcuni inestetismi non causati dall’età del/la paziente.

D’altronde la parola stessa “filler” significa riempimento: le sostanze biocompatibili iniettate nel derma colmano (appunto riempiono) e spianano e sono l’ideale per diversi casi.

Il trattamento filler dona quindi consistenza alla zona trattata, conferendo turgore e pienezza per esempio a labbra sottili e a zigomi cadenti.

Le iniezioni di filler sono dunque finalizzate al ringiovanimento della cute; rappresentano efficaci alternative, o anche un valido supporto, alla chirurgia plastica.

Le indicazioni terapeutiche di base per un mini-intervento filler prevedono il trattamento delle rughe:

  • tra il naso e il labbro superiore (naso-labiali);
  • tra il labbro inferiore e il mento (labio-mentali);
  • agli angoli della bocca (sottocommissurali);
  • intorno alle labbra (perilabiali) tipiche dei/ lle fumatori/ trici;
  • fra le sopracciglia (glabellari);
  • delle guance (le geniene).
  • E di alcuni inestetismi e patologie. Infatti aumentando le proiezioni e il volume delle zone in esame, si crea quasi un effetto mini-lifting. E’ l’ideale quindi per:
  • un aumento di volume delle labbra;
  • un aumento degli zigomi;
  • un avvallamento e per delle depressioni sul viso;
  • una riduzione delle occhiaie(solco lacrimare);
  • alcuni esiti di acne;
  • alcuni esiti di cicatrici di altri interventi chirurgici.
  • Altre indicazioni sono spesso fornite dal medico-estetico stesso, sulla base della propria esperienza.

 

QUANTI TIPI DI FILLER ESISTONO?

Abbiamo scelto di utilizzare solo filler di elevata qualità e che da studi effettuati presentano un elevato standard di efficacia, sicurezza e tollerabilità.

Per questo motivo utilizziamo solo filler dermici a base di acido ialuronico, biocompatibili e riassorbibili, dalla consistenza omogenea indicata per dare volume, riempire linee sottili, rughe e migliorare la definizione delle labbra.

La sua formulazione innovativa determina non solo la consistenza morbida del prodotto ma anche una durata fino ad un anno – la durata viene chiaramente influenzata anche da fattori quali le caratteristiche del paziente e la quantità di prodotto iniettata. Questo tipo di filler contengono inoltre lidocaina, un anestetico locale per un trattamento più confortevole.

Esistono differenti tipi di filler indicati:

  • nel trattamento delle rughe superficiali.
  • nel  trattamento delle rughe da medie a profonde.
  • per offrire maggiore volume, per rughe piú profonde e per migliorare i contorni del viso.
  • nel trattamento delle rughe verticali della bocca e per aumentare il volume delle labbra.
  • per il ripristino naturale e a lunga durata del volume perso nel volto in particolare nella zona di zigomi e guance.

 

DURATA TRATTAMENTO FILLER

L’effetto deltrattamento filler dura dai tre mesi a un anno, in base al tipo di acido ialuronico utilizzato e dal trattamento eseguito.

risultati del trattamento filler sono pressoché immediati anche se non definitivi: infatti, in molti casi, sono necessarie 2/3 sedute prima di ottenere il riempimento vero e proprio, soprattutto quando ci troviamo di fronte ad un caso di rughe molto marcate.

L’acido ialuronico è una sostanza naturale già presente nell’organismo: viene riassorbito del tutto nel giro di alcuni mesi; tuttavia la durata dei risultati varia da persona a persona.

Per esempio solitamente i riempimenti volumetrici di labbra durano fino a 3/4 mesi e richiedono un acido ialuronico a bassa densità, mentre i riempimenti volumetrici degli zigomi durano anche fino a un anno e richiedono filler ad alta densità. In ogni caso esiste una variabilità soggettiva che può moderatamente influenzarne la durata.

I risultati parziali sono comunque immediati e sono visibili subito dopo il trattamento. Dopodiché, nel corso dei primi sette giorni, le molecole richiamano liquidi e quindi portano un ulteriore aumento di volume e, soprattutto, forniscono una maggior naturalezza, freschezza e morbidezza alle aree trattate.

Ripetiamo ancora una volta che la durata del trattamento filler varia:

  • da individuo a individuo, dipendendo da vari fattori come l’età, il tipo di cute, il tipo di vita condotta dal/la paziente (fumo, esposizione solare, etc.);
  • in base al tipo di preparato utilizzato;
  • alla reazione individuale.

Quindi i risultati finali potranno essere molto soggettivi.

 

IL TRATTAMENTO È DOLOROSO DI FILLER LABBRA RUGHE ZIGOMI?

Il trattamento filler è doloroso? Siamo in un contesto di medicina estetica ambulatoriale, la procedura prevede un’iniezione della molecola nel tessuto sottocutaneo e viene eseguita con micro-aghi che normalmente non provocano dolore, più che altro un lieve fastidio paragonabile ad un pizzicotto.

Il trattamento filler consiste comunque in un’iniezione e anche se il mini-intervento è di per sé semplice e veloce, per il paziente può essere un po’ doloroso (anche se i mini-aghi utilizzati sono davvero sottili ed alcuni dei filler di acido ialuronico  usati contengono una piccola quantità di anestetico).

E’ ovvio infatti che il dolore varia in base alla sensibilità individuale (la soglia del dolore è soggettiva), ma dipende anche dalla sede e dal tipo di pelle in cui l’acido ialuronico viene iniettato.

Le labbra e il contorno occhi, per fare un esempio, sono zone del corpo umano incredibilmente sensibili, mentre altre aree, come le pieghe naso labiali, o le rughe di espressione presenti sulla fronte, possono essere trattate praticamente senza alcuna anestesia su quasi tutti i/le pazienti.

Per ovviare del tutto a questo problema, se necessario, è possibile effettuare anche un’anestesia locale, generalmente crema anestetica o cubetti raffreddati che passati sulla pelle hanno effetto anestetizante, prima di sottoporsi al trattamento: in questo modo non sentirete assolutamente nulla e il tutto si svolgerà velocemente e senza dolore.

 

EFFETTI INDESIDERATI FILLER LABBRA – RUGHE – ZIGOMI

Gli effetti indesiderati dopo il trattamento filler sono rarissimi: dopo il mini-intervento infatti possono solo verificarsi alcune reazioni comuni a tutte le iniezioni. Gli effetti indesiderati recedono spontaneamente e non sono pericolosi per il/ la paziente.

Il traumatismo riportato dopo un trattamento filler è quindi minimo e gli effetti collaterali sono piuttosto scarsi:

  • gonfiore, che può essere più o meno importante, è dovuto in ogni caso al richiamo di acqua. Scompare normalmente entro le 24 ore. Interessa all’incirca il 5% dei casi;
  • eritemi locali possono verificarsi dopo l’impianto, ma questo è dovuto ad una pelle particolarmente delicata. Entro poche ore spariscono;
  • piccoli ematomi causati dalla rottura di capillari, di breve durata, si riassorbono nel giro di quattro cinque ore;
  • reazioni di intolleranza, davvero rare, legate all’uso di filler fortemente reticolati. Queste compaiono non nell’immediato e si manifestano come un indurimento del prodotto nell’area trattata. Una volta apparse scompaiono nel giro di qualche settimana.

E’ chiaro che alcuni di questi possibili effetti indesiderati sono legati alla tecnica di esecuzione che, a seconda della zona e della pelle da trattare, sarà più o meno invasiva. Molto raramente sono state descritte reazioni infiammatorie più importanti, tipo pustole o noduli granulomatosi persistenti per alcuni mesi.

Certamente gli effetti indesiderati sono più frequenti e di maggiore entità nel caso siano stati iniettati in passato, nella stessa zona, altri materiali soprattutto di tipo permanente. Come già detto è assolutamente necessario riferire al proprio medico-estetico pregressi trattamenti e indicare il tipo di sostanza precedentemente iniettata.

 

POST TRATTAMENTO FILLER LABBRA – RUGHE – ZIGOMI

Nel post trattamento filler, effettuato dal medico-estetico in ambulatorio, non sono riportate particolari procedure da seguire: infatti dopo la seduta, che di solito dura massimo mezz’ora, è possibile riprendere tutte le attività quotidiane, lavorative e sociali.

Solitamente l’area interessata all’intervento filler viene disinfettata con una pomata antibiotica e/o con l’applicazione di cubetti di ghiaccio: questi hanno infatti la funzione di alleviare l’arrossamento e ridurre l’ecchimosi.

La soluzione degli impacchi freddi, la sera successiva all’intervento, è opportuna e consigliata, al /la paziente, anche da fare a casa. Suggeriamo anche il dormire eventualmente con la testa un po’ più sollevata del solito, perlomeno per la prima notte.

Tutto questo perché, post trattamento filler, è abbastanza comune notare un leggero arrossamento o provare una sensazione di prurito nella zona interessata: ripetiamo che il disagio è temporaneo e che di solito scompare entro ventiquattro ore, ma i piccoli accorgimenti che vi abbiamo elencato prima sono utili per una ripresa più veloce.

E’ possibile riscontrare, post mini-intervento, anche un lieve gonfiore per qualche ora, soprattutto se la zona trattata sono le labbra, e anche delle piccole ecchimosi, che però raramente persistono più di qualche giorno: queste ultime possono essere mascherate con un correttore.

Ricordiamo che tutti gli effetti indesiderati, sopra elencati, sono rari, ma se sopraggiungono si riassorbono, spariscono, spontaneamente e entro poco tempo.

Nei giorni successivi infine è comunque prudente mantenere la zona trattata coperta, dai raggi solari o delle lampade UV e dal contatto con possibili agenti irritanti

 

CONTROINDICAZIONI FILLER LABBRA – RUGHE – ZIGOMI

Le controindicazioni all’impianto di filler sono rappresentate dalla preesistenza di malattie sistemiche della cute o dalla presenza di infezioni cutanee della zona da trattare.

Si può quindi dire che le uniche controindicazioni al trattamento filler esistono per situazioni precedenti al mini intervento ambulatoriale.

Le controindicazioni alle iniezioni quindi sono pari a nulle di per sé, ma si sconsiglia di sottoporsi al filler durante la gravidanza o l’allattamento.

Ecco in dettaglio gli stati che possono portare a controindicazioni:

  • Gravidanza in corso e allattamento: è inserita tra le situazioni a rischio per una carenza di studi sufficientemente esaustivi sugli effetti collaterali che potrebbero provocare al feto o al latte materno;
  • Collagenopatie;
  • Herpes in fase attiva;
  • Malattie dermatologiche autoimmunitarie:
  • Disfunzioni della coagulazione del sangue;
  • Tendenze a sviluppare cicatrici cheloidi;
  • Terapie in atto, controindicate per supposti rallentamenti e/o ritardi della fase riparativa.

Esiste poi un’altra situazione importante che può portare ad una controindicazione: la presenza non dichiarata di filler pregressi, che da sé è motivo sufficiente per evitare l’uso di altri filler.

Queste controindicazioni possono essere evitate grazie al medico-estetico che non si limiterà ovviamente all’atto pratico dell’iniezione.

Il primo procedimento è infatti quello diagnostico, altresì chiamato check up della pelle o medico- estetico: consiste nel fare delle misurazioni dermiche per valutare il grado di invecchiamento dei tessuti e capire il tipo di pelle che sta per essere trattata.

L’importante non è la correzione dell’inestetismo fine a sé stesso, ma il gestire, nella maniera corretta, la pelle del /la paziente.

  • Durata intervento: 40 minuti
  • Ritorno al Sociale: immediato
  • Anestesia facoltativa ( crema anestetizzante)
  • Esposizione al sole: dopo 36 ore
  • Tipo di ricovero: nessuno
  • Recupero attività sportiva: immediata

Richiedi Maggiori Informazioni

Open chat
Hai bisogno di aiuto?
Powered by